lunedì 28 luglio 2014

Via del tempo



Con "Via del tempo" Stefano Rosso torna a ricordare il passato, un po' come aveva fatto con "Letto 26", ed ecco allora il ricordo delle prime feste fatte in casa e delle prime cotte, la nonna Amalia con i nipotini e la tanto amata Santa Maria in Trastevere, che molto spesso viene citata nelle sue canzoni e descritta in quest'occasione come "la piazza che ha otto lati fatta intorno alla fontana".
Il pezzo è impreziosito dal violino di Marco Stella che dona alla canzone un'atmosfera folk, il resto lo fanno i bei fraseggi di chitarra acustica e la batteria incalzante di Walter Martino.
Sembra che Stefano avesse dedicato questa canzone ad un suo vecchio amore di gioventù di nome Viola, citata anche nell'ultimo rigo del pezzo.






VIA DEL TEMPO

Ho lasciato qualche amico e tanti sogni da quartiere
E le cose che racconto per un terzo sono vere
E alla piazza che ha otto lati fatta intorno alla fontana
C'ho inventato la mia favola romana
E le ragazze delle prime feste fatte in casa
Hanno riempito scuole, strade di bambini
Il primo legno che ho suonato è diventato fumo
C'avranno fatto il fuoco forse dei cerini
Son passati treni e nuvole quanti fiumi hanno girato
Dalla spiaggia ai monti anch'io ci sono stato
E le rose al mio giardino son tornate anche quest'anno
Come torna l'uva e il vino a fare danno
Dei negozi con le insegne con la scritta di vernice
C'è rimasta un'osteria ma vende quadri
Nelle tasche del cappotto cento lire da cornice
Son sparite insieme ai vecchi buoni ladri
E nonna Amalia coi nipoti e i tavoli di marmo
La lotteria ogni giorno sorteggiava un pollo
E l'immondizia per le strade ogni Capodanno
A noi bambini ci fioriva sopra il collo
Son passate tante lacrime e perché no tanti sorrisi
Le nottate le cambiali e quanti avvisi
Ma il mio diavolo che era andato per seguire una gattina
L'ho rivisto è ritornato stamattina
E m'affaccio alla finestra sembra che chiami qualcuno
Ma come ogni volta poi non c'é nessuno
E ci bevo sulla tazza il caffè alla macchinetta
Perché ho tanto tempo perché non ho fretta
Così mi faccio due minuti di pazienza indiana
Le quattro tecniche non le ho dimenticate
E una serata con gli amici a fine settimana
E poi di corsa tutti incontro a un'altra estate
Son passati treni e nuvole quanti fiumi hanno girato
Dalla spiaggia ai monti anch'io ci sono stato
E le rose al mio giardino son tornate anche quest'anno
Come torna l'uva e il vino a fare danno
Ieri il cielo era coperto e oggi è ritornato blu
Solamente Viola non ritorna più

L'angolo degli accordi:

Intro: Sol-Do-Sol-Re-Sol-Do-Sol

Sol                                                Sim
Ho lasciato qualche amico e tanti sogni da quartiere
        Do                                  Sol
E le cose che racconto per un terzo sono vere
                                                     Sim
E alla piazza che ha otto lati fatta intorno alla fontana
        Do                                Sol
C'ho inventato la mia favola romana
       Lam                                 Sol
E le ragazze delle prime feste fatte in casa
            Lam                                 Sol
Hanno riempito scuole, strade di bambini
              Lam                                      Sol
Il primo legno che ho suonato è diventato fumo
                 Lam                             Sol
C'avranno fatto il fuoco forse dei cerini
        Sim                                      Do
Son passati treni e nuvole quanti fiumi hanno girato
          Sim                                             Re
Dalla spiaggia ai monti anch'io ci sono stato
       Sim                                 Do
E le rose al mio giardino son tornate anche quest'anno
          Sol                   Re             Sol
Come torna l'uva e il vino a fare danno
                                                    Sim
Dei negozi con le insegne con la scritta di vernice
      Do                                        Sol
C'è rimasta un'osteria ma vende quadri
                                        Sim
Nelle tasche del cappotto cento lire da cornice
       Do                                             Sol
Son sparite insieme ai vecchi buoni ladri
               Lam                               Sol
E nonna Amalia coi nipoti e i tavoli di marmo
     Lam                                                Sol
La lotteria ogni giorno sorteggiava un pollo
                Lam                              Sol
E l'immondizia per le strade ogni Capodanno
          Lam                                  Sol
A noi bambini ci fioriva sopra il collo
       Sim                                         Do
Son passate tante lacrime e perché no tanti sorrisi
     Sim                                     Re
Le nottate le cambiali e quanti avvisi
                  Sim                                    Do
Ma il mio diavolo che era andato per seguire una gattina
        Sol         Re          Sol
L'ho rivisto è ritornato stamattina
                                                    Sim
E m'affaccio alla finestra sembra che chiami qualcuno
       Do                                       Sol
Ma come ogni volta poi non c'é nessuno
                                     Sim
E ci bevo sulla tazza il caffè alla macchinetta
                 Do                                      Sol
Perché ho tanto tempo perché non ho fretta
              Lam                            Sol 
Così mi faccio due minuti di pazienza indiana
                  Lam                                 Sol
Le quattro tecniche non le ho dimenticate
           Lam                                 Sol
E una serata con gli amici a fine settimana
              Lam                                      Sol
E poi di corsa tutti incontro a un'altra estate
        Sim                                      Do
Son passati treni e nuvole quanti fiumi hanno girato
          Sim                                              Re
Dalla spiaggia ai monti anch'io ci sono stato
       Sim                                 Do
E le rose al mio giardino son tornate anche quest'anno
          Sol                   Re             Sol
Come torna l'uva e il vino a fare danno
                                                  Do
Ieri il cielo era coperto e oggi è ritornato blu
Sol                      Re              Sol
Solamente Viola non ritorna più







Nessun commento:

Posta un commento