venerdì 30 maggio 2014

Quando partì Noè



Stefano Rosso nel 1980 da alle stampe il suo quarto album e lo fa con una nuova etichetta, la Ciao Records.
Il direttore artistico è Osvaldo Bernasconi, ex-batterista dei Profeti.
Per la prima volta il cantautore romano non si firma con il suo vero nome, Stefano Rossi, ma con lo pseudonimo Stefano Rosso.
L'album si apre con "Quando partì Noè", un'allegra canzone che strizza l'occhio al mondo dei bambini, e proprio dei bambini verso la fine del pezzo cantano in coro alcune strofe delle canzone.
"Quando partì Noè" era stata inizialmente concepita per essere inserita in uno spettacolo del gruppo cabaret "La Smorfia", formato da Massimo Troisi, Lello Arena ed Enzo De Caro ed infatti il pezzo ha un ritmo brioso e travolgente che ben si sarebbe adattato allo spirito goliardico del trio.
Nel finale del disco c'è una sorta di "reprise" della canzone della durata di 40 secondi.






QUANDO PARTI' NOE'


Quando partì Noè
portò via gli animali
salvò due vecchi amici
tre giunte comunali
quando partì Noè
con tutti i familiari
sei chili di caffè
due uffici immobiliari.

E allora?
E allora accadde che quando Noè partì
- conosco un deputato -...ah si?
- in chiesa sono stato -...ah si?
e allora accadde che quando Noè partì
le case popolari le han lasciate tutte lì.

Quando partì Noè
c'erano i nuvoloni
la moglie di Gegè
con tutti i lumaconi
quando partì Noè
vendevano gli ombrelli
biscotti per il the
e ferro da coltelli.

E allora?
E allora accadde che quando Noè partì
- oh, guarda che ti ammazzo! -...ah si?
- attento sono pazzo -...ah si?
e allora accadde che quando Noè partì
l'idraulico "mannaggia a' morte"
l'ha lasciato lì.

Quando partì Noè
mamma che confusione
come quando ritardano
i treni alla stazione
quando partì Noè
il furbo con gli occhiali
lui lo fregò lo sciopero
degli aereoportuali.

E allora?
E allora accadde che quando Noè partì
- Addio mia bella Napoli
Sorrento e Mergellina -
e allora accadde che quando Noè partì
- fate passà 'o lione
uè dottò volemmo ai?

Quando partì Noè
portò via gli animali
salvò due vecchi amici
tre giunte comunali
quando partì Noè
con tutti i familiari
sei chili di caffè
due uffici immobiliari.

E allora accadde che quando Noè partì
portò via un dirigente
due sindaci e un curato
e allora accadde che quando Noè partì
gli incartamenti
la casa i nastri
la pratica Tozzi
lo scandalo Fassi
L'ufficio dei Strozzi
la torta da pasti
la fuga negli USA
l'indagine è chiusa...







L'angolo degli accordi:


Intro:Do-Sol-Do-Sol-Fa-Sol

Do
Quando partì Noè
                    Sol
portò via gli animali

salvò due vecchi amici
                       Do
tre giunte comunali

quando partì Noè
                     Sol
con tutti i familiari

sei chili di caffè
Fa                       Sol
due uffici immobiliari.

E allora?
             Fa                 Mi                Lam
E allora accadde che quando Noè partì
Do                 Fa
- conosco un deputato -...ah si?
 Sol                   Do
- in chiesa sono stato -...ah si?
              Fa                 Mi              Lam
e allora accadde che quando Noè partì
 Do           Fa               Sol              Do
le case popolari le han lasciate tutte lì.

Quando partì Noè
              Sol
c'erano i nuvoloni

la moglie di Gegè
                Do
con tutti i lumaconi

quando partì Noè
                       Sol
vendevano gli ombrelli

biscotti per il the
 Fa           Sol
e ferro da coltelli.

E allora?
             Fa                 Mi               Lam
E allora accadde che quando Noè partì
        Do                 Fa
- oh, guarda che ti ammazzo! -...ah si?
  Sol               Do
- attento sono pazzo -...ah si?
             Fa                 Mi               Lam
e allora accadde che quando Noè partì
Do             Fa
l'idraulico "mannaggia a' morte"
 Sol            Do
l'ha lasciato lì.

Quando partì Noè
                          Sol
mamma che confusione

come quando ritardano
                    Do
i treni alla stazione

quando partì Noè
                         Sol
il furbo con gli occhiali

lui lo fregò lo sciopero
Fa     Sol
degli aereoportuali.

E allora?
              Fa                 Mi               Lam
E allora accadde che quando Noè partì
   Do                     Fa
- Addio mia bella Napoli
Sol            Do
Sorrento e Mergellina -
             Fa                 Mi               Lam
e allora accadde che quando Noè partì
  Do               Fa
- fate passà 'o lione
     Sol                   Do
uè dottò volemmo ai?
Re
Quando partì Noè
                    La
portò via gli animali

salvò due vecchi amici
                       Re
tre giunte comunali

quando partì Noè
                    La
con tutti i familiari

sei chili di caffè
Sol                    La
due uffici immobiliari.
             Sol                Fa#              Sim
E allora accadde che quando Noè partì
Re                Sol
portò via un dirigente
La                      Re
due sindaci e un curato
               Sol             Fa#              Sim
e allora accadde che quando Noè partì
Re
gli incartamenti
La
la casa i nastri
La
la pratica Tozzi
La
lo scandalo Fassi
La
la torta da pasti
La
la fuga negli USA
La
l'indagine è chiusa...

Coda:Re-La-Re-La-Sol-La

Questa invece è la "reprise" della canzone a fine album:






lunedì 26 maggio 2014

Lettera a un pulcino



La canzone che chiude l'album "Bioradiofotografie" è "Lettera a un pulcino", una dolce filastrocca, dedicata probabilmente alla figlia Stefania.
Nel testo c'è tutto l'amore che un padre rivolge alla propria figlia, con consigli pieni d'affetto e frasi dolci.
Si chiude anche la collaborazione di Rosso con la RCA.






LETTERA A UN PULCINO

Addio,addio bambina ritorna in III D… 
io ritorno ai miei trent'anni,non è giusto ma è così… 
Addio,addio pulcino,l'acqua bagna la tua età… 
ti hanno detto che è sbagliato,ti hanno detto “non si fa”… 
Addio,addio scimmietta e da retta a tuo papà… 
e poi invecchia con tua madre,che ha scordato la tua età… 
Ma ricorda troppo bene,in che modo la sporcò e ti dice “non conviene” 
anche lei se ne privò,capitò con un pittore con trent'anni e due baiocchi… 
tanto che se ci ripensa,batte il cuore brillan gli occhi… 
Addio,addio bambina,senza forse senza se… 
e ti rivedrò domani,con un figlio in più di me… 
Addio,addio pulcino,l'acqua sfiora la tua età… 
ti hanno detto che è sbagliato,ti hanno detto “non si fa”… 
Addio,addio scimmietta e da retta a tuo papà… 
lui ti da i consigli buoni,lui t'insegna la realtà… 
si ricorda troppo bene,in che modo la sporcò,non lo dice “non conviene” 
anche lui se ne privò e così ti sta insegnando,che ti vogliono ingannare 
come ha fatto lui fingendo,che era il modo suo d'amare… 
Addio,addio bambina e ritorna in III D… 
io ritorno ai miei trent'anni,non è giusto ma è così… 
Addio,addio pulcino… 
Addio,addio bambina… 
Addio,addio scimmietta…

L'angolo degli accordi:


Mi      Fa#m  Mi           La                 Si
Addio,addio bambina e ritorna in III D
…Mi                       La            Fa#m                     Si
io ritorno ai miei trent'anni,non è giusto ma è così

… Mi      Fa#m Mi         La       Fa#m            Si
Addio,addio pulcino,l'acqua bagna la tua età

…Mi          Fa#m          Mi            La                            Si
ti hanno detto che è sbagliato,ti hanno detto “non si fa

Mi      Fa#m  Mi            La                       Si”… 
Addio,addio scimmietta e da retta a tuo papà…

Mi     Fa#m                   Mi        La       Fa#m                Si
e poi invecchia con tua madre,che ha scordato la tua età

…Fa#m                    Do#m    Mi               La              
Ma ricorda troppo bene,in che modo la sporcò

Mi                 Fa#m
e ti dice “non conviene
         La”            Si
anche lei se ne privò

Fa#m             Do#m         Mi                      La
capitò con un pittore con trent'anni e due baiocchi
Mi                   Fa#m                La                      Si… 
tanto che se ci ripensa,batte il cuore brillan gli occhi

… Mi      Fa#m  Mi           La                       Si 
Addio,addio bambina,senza forse senza se

Mi               La        Fa#m                          Si… 
e ti rivedrò domani,con un figlio in più di me

… Mi      Fa#m  Mi           La                        Si 
Addio,addio pulcino,l'acqua sfiora la tua età

…Mi                            La            Fa#m                        Si
ti hanno detto che è sbagliato,ti hanno detto “non si fa

”… Mi      Fa#m  Mi            La                       Si”…
Addio,addio scimmietta e da retta a tuo papà

…Mi    Fa#m            Mi     La                     Si
lui ti da i consigli buoni,lui t'insegna la realtà…

Fa#m                  Do#m    Mi               La 
si ricorda troppo bene,in che modo la sporcò,

Mi                      Fa#m
non lo dice “non conviene”
          La           Si 
anche lui se ne privò

Fa#m          Do#m          Mi                      La
e così ti sta insegnando,che ti vogliono ingannare
 Mi                       Fa#m                     La             Si… 
come ha fatto lui fingendo,che era il modo suo d'amare…

 Mi      Fa#m  Mi           La                Si 
Addio,addio bambina e ritorna in III D

…Mi                       La            Fa#m                     Si
io ritorno ai miei trent'anni,non è giusto ma è così

… Mi      Fa#m Mi
Addio,addio pulcino

… Mi      Fa#m Mi
Addio,addio bambina

… Mi      Fa#m Mi
Addio,addio scimmietta…

mercoledì 21 maggio 2014

Tre fratelli




Con "Tre fratelli" Rosso torna al suo amato stile fingerpicking e lo fa alla grande!
La canzone è una ballata e come dice il titolo stesso, parla di tre fratelli che affrontano le difficoltà della vita, chi emigra in America ("sposò un'americana formato cartolina"), chi sceglie la Germania per lavori umili ("vado in Germania a pulir culi a gente ariana") e chi sceglie invece vie poco legali ("si dice uccise un magistrato e due ministri").
L'arrangiamento è ridotto all'essenziale con basso e batteria e qualche effetto campionato per i cori,  lasciando così alla chitarra di Stefano il ruolo di protagonista.







TRE FRATELLI

Accadde nel paese di sole e d'allegria chi l'oro in bocca e chi scappava via 
accadde nel paese di Totò di chi inventò la truffa e chi l'america scovò 
famiglia un pò alla moda pà e mamma consumati i figli già ragazzi e gli anni andati 
ormai la bomba non fischiava più e il primo disse a casa gioco la mia gioventù 

Ciao papà mamma ciao vado in america io vò con gli emigranti 
ciao papà mamma ciao io non ho tempo salutate tutti quanti 

Sposò un'americana formato cartolina con denti bianchi e occhiaie la mattina 
ma il tempo cura i mali a chi non l'ha divenne uno tranquillo ed adesso chissà dove stà 
ma adesso ho braccia forti e qui scarseggia il pane e poi mi guardan tutti come un cane 
disse il secondo e be' vorrei partir 
mi han detto c'è richiesta a 1000 miglia a nord di qui 

Ciao papà mamma ciao vado in germania a pulir culi a gente ariana 
ciao papà mamma ciao io non ho tempo salutate la puttana 

20 anni son passati 20 natali in festa tra chi può far regali e tra chi resta 
ed il treno che và a sud lo prendi tu chi torna a casa e chi è turista ma nessuno in più 
il terzo andò al Sistina davano un minestrone poi fece un giro intorno alla stazione 
e quando tornò a casa sospirò diede uno sguardo ai vecchi girò i tacchi e se ne andò 

Ciao papà mamma ciao sbatté la porta e in fretta si mangiò le scale 
ciao papà mamma ciao non tornò più si dice che finisse male 
ciao papà mamma ciao si dice uccise un magistrato e 2 ministri 
ciao papà mamma ciao c'è chi lo cerca per segnarlo sui registri 


L'angolo degli accordi:



Re                                                                                                       
Accadde nel paese di sole e d'allegria
                                                 Mim
chi l'oro in bocca e chi scappava via
                                 Re                                                        
accadde nel paese di Totò

                         Mim                           Re
di chi inventò la truffa e chi l'america scovò
                                                                                                                       
famiglia un pò alla moda pà e mamma consumati

                                          Mim
i figli già ragazzi e gli anni andati
                                              Re                                                          
ormai la bomba non fischiava più

                           Mim                              Re
e il primo disse a casa gioco la mia gioventù 
        Mim               Re                                         
Ciao papà mamma ciao

            Mim                          Re
vado in america io vò con gli emigranti
        Mim               Re                   
ciao papà mamma ciao

               Mim                          Re
io non ho tempo salutate tutti quanti 
                                                                                                          
Sposò un'americana formato cartolina

                                               Mim
con denti bianchi e occhiaie la mattina
                                                    Re                       
ma il tempo cura i mali a chi non l'ha

                    Mim                                            Re
divenne uno tranquillo ed adesso chissà dove stà

 Mi
ma adesso ho braccia forti e qui scarseggia il pane

                                                Fa#m
e poi mi guardan tutti come un cane
                                           Mi
disse il secondo e be' vorrei partir

                          Fa#m                                           Mi
mi han detto c'è richiesta a 1000 miglia a nord di qui 
       Fa#m              Mi                                                      
Ciao papà mamma ciao

             Fa#m                                    Mi
vado in germania a pulir culi a gente ariana
      Fa#m               Mi                  
ciao papà mamma ciao

               Fa#m                    Mi
io non ho tempo salutate la puttana 
                                                                                                        
20 anni son passati 20 natali in festa

                                              Fa#m
tra chi può far regali e tra chi resta
                                                   Mi                  
ed il treno che và a sud lo prendi tu

                            Fa#m                                  Mi
chi torna a casa e chi è turista ma nessuno in più

Fa#                                                                                                             
il terzo andò al Sistina davano un minestrone

                                            Sol#m
poi fece un giro intorno alla stazione
                                    Fa#                                       
e quando tornò a casa sospirò

                                 Sol#m                                 Fa#
diede uno sguardo ai vecchi girò i tacchi e se ne andò

       Sol#m             Fa#               
Ciao papà mamma ciao

              Sol#m                                   Fa#
sbatté la porta e in fretta si mangiò le scale
       Sol#m             Fa#                
ciao papà mamma ciao

                Sol#m                         Fa#
non tornò più si dice che finisse male
       Sol#m             Fa#          
ciao papà mamma ciao

          Sol#m                              Fa#
si dice uccise un magistrato e 2 ministri
       Sol#m             Fa#                  
ciao papà mamma ciao

              Sol#m                          Fa#
c'è chi lo cerca per segnarlo sui registri 



L'angolo live:

Anche "live" e nonostante il vento, la magia del fingerpicking di Rosso rimane intatta:




sabato 17 maggio 2014

Se mai dovessi....



La canzone si apre con un pianoforte con un forte riverbero e dopo trenta secondi entra la voce di Rosso per questa simpatica canzone che però non ha la stessa caratura delle altre tracce dell'album "Bioradiofotografie".
Non mancano le citazioni musicali, come quella del grande Modugno:"travestito da blue-jeans c'è un vecchio frack che pensa a te".
La melodia della seconda strofa ricorda tantissimo quella della canzone "Compleanno".
Torna anche il tema della libertà mentre il finale della canzone non è cantato ma recitato.






SE MAI DOVESSI....


Se mai dovessi ridere di te
non spaventarti lo farei con stile
e lo farei spiegandoti perchè
dopo la luna bella mia c'è sempre il sole.
Uno due tre
son passati gli anni anche per me
Uno due tre
ma non è cambiato niente se
quando torno a casa il vino
triste parla insieme a me
travestito da blue-jeans
c'è un vecchio frack che pensa a te
quattro cinque sei
me ne vado coi pensieri miei
quattro cinque sei
e tu puoi venire se lo vuoi
e così noi capiremo che è sbagliato tutto qui
forse è meglio andare in India
o non vederci il lunedì
sette otto nove
hanno fatto tante case nuove
sette otto nove
però dentro casa mia ci piove
è un gabbiano, è un aeroplano,è un aquilone o è un marziano
lo sapremo stai tranquilla
stanno già studiando il piano...
E il dieci no, il dieci non ce l'ho
difatti manca sempre un bacio, un sogno,un dente
l'antenna svizzera,un biglietto, un giorno,
l'attico e poi...ma...
c'è chi fa tombola si...ma la libertà?
Se mai dovessi ridere di te
non spaventarti lo farei con stile
e lo farei spiegandoti perché
dopo la luna bella mia c'è sempre il sole.
La la la la
Bianco rosso nero
per due soldi salva il mondo intero
bianco rosso nero
parla bene, ma sarà sincero?
Così Alice sposa il Diavolo
e accudisce ai suoi fratelli
mentre il Lupo ingoia il cavolo
se non può mangiare Agnelli.
Giallo verde blu
hai provato a vivere anche tu
giallo verde blu
disgraziato non provarci più
...e Bianchetti prese l'auto
che va a Piazza Indipendenza
ma fu preso come cavia
e morì in nome della Scienza!
....o no?
-Beh,ma anche a pagina 7...
-vedi quella è l'edizione protestante sai, ce ne sono tante
-Ma quante?
-Tante...
-Beh tante...



      L'angolo degli accordi:

      Do                                         Rem
      Se mai dovessi ridere di te
             Sol                                Do
      non spaventarti lo farei con stile
                                        Rem
      e lo farei spiegandoti perchè
                  Sol
      dopo la luna bella mia c'è sempre il
      Do
      sole.

      Uno due tre
            Rem
      son passati gli anni anche per me
      Fa
      Uno due tre
                Do
      ma non è cambiato niente se

      quando torno a casa il vino
               Rem
      triste parla insieme a me
      Sol
      travestito da blue-jeans
                            Do
      c'è un vecchio frack che pensa a te

      quattro cinque sei
                Rem
      me ne vado coi pensieri miei
      Fa
      quattro cinque sei
                    Do
      e tu puoi venire se lo vuoi
                                              Rem
      e così noi capiremo che è sbagliato

      tutto qui
                  Sol
      forse è meglio andare in India
                Do
      o non vederci il lunedì

      sette otto nove
                Rem
      hanno fatto tante case nuove
      Fa
      sette otto nove
              Do
      però dentro casa mia ci piove

      è un gabbiano, è un aeroplano,è un
      Rem
      aquilone o è un marziano
         Sol
      lo sapremo stai tranquilla
                 Do
      stanno già studiando il piano...
                    Fa   Fam                Do                    
      E il dieci no, il dieci non ce l'ho
                 Sol                        Fa
      difatti manca sempre un bacio, un
                      Do
      sogno,un dente
                     Fa               Re7
      l'antenna svizzera,un biglietto, un

      giorno,
      Lam               Fa
      l'attico e poi...ma...
                     Rem                      Sol
      c'è chi fa tombola si...ma la libertà?
      Do                                Rem
      Se mai dovessi ridere di te
             Sol                               Do
      non spaventarti lo farei con stile
                                        Rem
      e lo farei spiegandoti perché
                  Sol
      dopo la luna bella mia c'è sempre il
      Do
      sole.
      Mib-Sibm-Sib-Mib
      La la la la
      Do
      Bianco rosso nero
                   Rem
      per due soldi salva il mondo intero
      Fa
      bianco rosso nero
               Do
      parla bene, ma sarà sincero?

      Così Alice sposa il Diavolo
         Rem
      e accudisce ai suoi fratelli
                     Sol
      mentre il Lupo ingoia il cavolo
                        Do
      se non può mangiare Agnelli.

      Giallo verde blu
            Rem
      hai provato a vivere anche tu
      Fa
      giallo verde blu
               Do
      disgraziato non provarci più

      ...e Bianchetti prese l'auto
                    Rem
      che va a Piazza Indipendenza
                Sol
      ma fu preso come cavia
                     Do
      e morì in nome della Scienza!

      ....o no?
      (alternare Do e Fa sulla parte parlata)
      -Beh,ma anche a pagina 7...
      -vedi quella è l'edizione protestante sai, ce ne sono tante
      -Ma quante?
      -Tante...
      -Beh tante...