sabato 2 agosto 2014

Gina blues



"Gina Blues" racchiude secondo il mio parere tutta l'essenza di Stefano Rosso, un testo ironico e divertente, una melodia che ti prende subito e ovviamente il suo modo sublime di suonare la chitarra.
Insomma in una ipotetica compilation di Rosso non lascerei mai fuori questa canzone.
La fonte di ispirazione del pezzo è raccontata dallo stesso Rosso durante la registrazione del live al Folk Studio, Stefano andava spesso a Milano per partecipare come chitarrista ad una trasmissione condotta da Gianni Morandi per la Rai, e quando stava nella città meneghina alloggiava all'hotel "Lunetta", dove veniva spesso svegliato da "ansimanti rumori" provenienti dalla stanza accanto alla sua.
Anche in questa canzone come in altre dell'album "Donne" è presente il bel violino di Marco Stella e ovviamente non potevano mancare degli accordi molto blues!



L'angolo delle curiosità: Sentiamoci il racconto di Stefano Rosso sulla vicenda che gli ha ispirato la canzone:





L'angolo live:

Ecco una bella versione live solo voce e chitarra registrata per il disco Live al Folk Studio, ad un certo punto Stefano interrompe l'esecuzione della canzone è fa una battuta su Paul McCartney! Ma sentiamocela tutta:




Un'altra versione live, questa volta Stefano è accompagnato anche da un batterista:






GINA BLUES

Nella stanza accanto facevano l'amore
Hotel Lunetta, fumo e puzzo di sudore
Veniva in mente Gina, un vecchio cinema, i soldati
E una storia andata a male nata nel '66
Nella stanza accanto a quella stavo io
Che inventavo accordi nuovi e un mondo mio
Ci veniva una canzone che parlava un po' di lei
Di una storia andata a male nata nel '66
Quando i poveri fumavano le sciolte
E gli autori di canzoni già ti davano le storte
Quando il sole era di tutti e tutti quanti
Sognavamo a cieli aperti e ci amavamo con i guanti ooh!
Nella stanza accanto va avanti da due ore
Non gli serve certo a quelli là il dottore
Mi ricorda che è già un mese ma risparmio sulle spese
E mi faccio un bel revival come nel '66
When the people smoking sigarette sciolte
E gli autori di canzoni già ti davano le storte
Quando il sole era di tutti e tutti quanti
Sognavamo a cieli aperti e ci amavamo con i guanti ooh!
Nella stanza accanto adesso ci sto io
Ho aspettato tanto e adesso è il turno mio
Ho dimenticato Gina, il vecchio cinema i soldati
E una storia andata a male nata nel '66

L'angolo degli accordi:

Capotasto: 2fr (versione acustica contenuta nel live al Folk Studio)
Capotasto: 3fr (versione album)

La                              Mi7dim  Sim     Mi
Nella stanza accanto facevano l'amore
          La                     Mi7dim   Sim    Mi
Hotel Lunetta, fumo e puzzo di sudore
La                       Re7dim                Re          Rem
Veniva in mente Gina, un vecchio cinema, i soldati
          La                                   Fa   La
E una storia andata a male nata nel '66
                                   Mi7dim        Sim Mi
Nella stanza accanto a quella stavo io
       La                         Mi7dim                  Sim Mi
Che inventavo accordi nuovi e un mondo mio
La                   Re7dim        Re                    Rem
Ci veniva una canzone che parlava un po' di lei
La                                               Fa  La
Di una storia andata a male nata nel '66
                 Sim    Mi                La
Quando i poveri fumavano le sciolte
                       Sim                Mi            La
E gli autori di canzoni già ti davano le storte
                 Sim          Fa#m            La
Quando il sole era di tutti e tutti quanti
                              Sim          Fa#m                Mi
Sognavamo a cieli aperti e ci amavamo con i guanti ooh!
          La                        Mi7dim         Sim Mi
Nella stanza accanto va avanti da due ore
             La                 Mi7dim    Sim    Mi
Non gli serve certo a quelli là il dottore
      La                           Re7dim   Re                 Rem
Mi ricorda che è già un mese ma risparmio sulle spese
La                                               Fa  La
E mi faccio un bel revival come nel '66
                 Sim                    Mi         La
When the people smoking sigarette sciolte
                       Sim                Mi           La
E gli autori di canzoni già ti davano le storte
                 Sim          Fa#m         La
Quando il sole era di tutti e tutti quanti  
                              Sim          Fa#m                Mi
Sognavamo a cieli aperti e ci amavamo con i guanti ooh!
          La                   Mi7dim        Sim Mi
Nella stanza accanto adesso ci sto io
      La                      Mi7dim              Sim Mi
Ho aspettato tanto e adesso è il turno mio
       La              Re7dim              Re         Rem
Ho dimenticato Gina, il vecchio cinema i soldati
La                                             Fa   La
E una storia andata a male nata nel '66







2 commenti: