sabato 17 marzo 2018

Venne dalla luna



La seconda canzone inedita estrapolata dal docu-film "Un giorno a spasso" l'ho chiamata "Venne dalla luna", questo perché non sono riuscito al momento a reperire l'esatto titolo della canzone, non avendola Rosso mai incisa in un suo album.
Se qualcuno conoscesse il titolo esatto lo scriva nei commenti del blog, così lo andrò subito a correggere.
Il pezzo è acustico, con il basso che si unisce a metà canzone mentre un simpatico organetto da colore durante il break-strumentale con tanto di battimani a supporto della ritmica.
Il testo (che assume maggior significato se si vede il docu-film) è ancora permeato di malinconia e guarda al mondo in maniera disincantata, ben sapendo che la vità è sempre pronta a riservare qualche fregatura.
Ma lasciamo spazio alla voce e alla chitarra del nostro grande Stefano:







VENNE DALLA LUNA

Una volta venne dalla luna
con in mano un estintore
e diceva sono un pensatore
vendo la felicità.
Con le tasche piene di miseria
lui parlava di stranezze
con la faccia triste e poco seria
lui parlava di realtà.
E il cielo è più blu per i ladri e i vagabondi
e il naso all'insù quando piove chi ce l'ha.
Al mercato sole e pulcinella
nastri falsi e jeans ripieni
l'aria calda la giornata è bella
 solo l'intenzione è quella
 di strappare a chi amministra il grosso
 la sua parte che gli spetta
 con i soldi certo non il fosso
 della torta la sua fetta
E il cielo è più blu per i ladri e i vagabondi
e il naso all'insù quando piove chi ce l'ha.
E rimane così per 20 anni e due giorni
a sognare chissà mondi nuovi o ritorni
e rimase così e parti senza sposa
con in tasca la gloria e su in testa qualcosa.
L'ho scoperto laggiù che la vita ti frega
tra chi vende caffè e chi va in chiesa e prega.
L'ha scoperto laggiù fra l'erbetta e fra il verde
che chi paga nel gioco è poi sempre chi perde.
Due cravatte e un'altra in più
e tirando ancora un'altra
non so dirlo dillo tu
e c'è una cravatta in più.
Nella balla napo-americana
lui sognava il suo primo milione
la giocata è stata vana su una balla di sapone.
Da da da da da

L'angolo degli accordi:

        Fa                        Dosus2
Una volta venne dalla luna
                                 Fa
con in mano un estintore
                                     Dosus2
e diceva sono un pensatore
                       Fa
vendo la felicità.
                                        Dosus2
Con le tasche piene di miseria
                            Fa
lui parlava di stranezze
                                           Dosus2
con la faccia triste e poco seria
                            Fa
lui parlava di realtà.
                         Do sus2                     Fa
E il cielo è più blu per i ladri e i vagabondi
                      Dosus2                           Fa
e il naso all'insù quando piove chi ce l'ha.
                                     Dosus2
Al mercato sole e pulcinella
                                Fa
nastri falsi e jeans ripieni
                                       Dosus2
l'aria calda la giornata è bella
                               Fa
 solo l'intenzione è quella
                                                     Dosus2
 di strappare a chi amministra il grosso
                                 Fa
 la sua parte che gli spetta
                                      Dosus2
 con i soldi certo non il fosso
                             Fa
 della torta la sua fetta
                         Do sus2                     Fa
E il cielo è più blu per i ladri e i vagabondi
                      Dosus2                           Fa
e il naso all'insù quando piove chi ce l'ha.
Rem               Solm
E rimane così per 20 anni e due giorni
Do                      Fa                      Lam
a sognare chissà mondi nuovi o ritorni
Rem             Solm
e rimase così e parti senza sposa
Do                                Fa                   Lam
con in tasca la gloria e su in testa qualcosa.

 Fa-Do (Strumentale)

Rem                          Solm
L'ho scoperto laggiù che la vita ti frega
Do                         Fa                            Lam
tra chi vende caffè e chi va in chiesa e prega.
Rem                          Solm
L'ha scoperto laggiù fra l'erbetta e fra il verde
Do                               Fa                        Lam
che chi paga nel gioco è poi sempre chi perde.
Fa                                     Do
Due cravatte e un'altra in più
                           Fa
e tirando ancora un'altra
                            Dosus2
non so dirlo dillo tu
                                 Fa
e c'è una cravatta in più.
                                     Dosus2
Nella balla napo-americana
                                        Fa
lui sognava il suo primo milione
                            Dosus2                         Fa
la giocata è stata vana su una balla di sapone.
Fa            Do  Fa  Do Fa
Da da da da da

4 commenti:

  1. Molto bella pure questa Sergio! C'è modo di reperire il film? Ho provato a cercarlo ma non si trova. Se ce l'hai vengo con una chiavetta, ci prendiamo un caffè e me lo passi :-) A presto Nico

    RispondiElimina
  2. Ciao Nico, il film lo trovi su youtube, io l'ho preso da li, l'ho anche messo nel blog nell'angolo video della canzone "Un giorno a spasso".

    RispondiElimina
  3. Come mai non riesco più a sentire gli audio?

    RispondiElimina
  4. È quasi passato un mese e purtroppo gli audio ancora non sono disponibili.... Vi prego rimediate

    RispondiElimina